UFFICIO SPECIALE PER LA RICOSTRUZIONE

L'Ufficio Speciale per la ricostruzione è stato istituito dal maxiemendamento presentato dal ministro Barca e inserito nella legge Sviluppo recentemente approvata. Il maxiemendamento reca «misure urgenti per la chiusura della gestione dell'emergenza determinatasi nella regione Abruzzo a seguito del sisma del 6 aprile 2009, nonchè per la ricostruzione, lo sviluppo e il rilancio dei territori interessati». L'art. 67-ter della Legge Sviluppo, nello specifico, disciplina la Gestione ordinaria della ricostruzione e stabilisce che, al fine di favorire e garantire il ritorno alle normali condizioni di vita nelle aree colpite dal sisma favorendo il completo rientro a casa degli aventi diritto, il ripristino delle funzioni e dei servizi pubblici, l'attrattività e lo sviluppo economico-sociale dei territori interessati, a decorrere dal 16 settembre 2012 sono istituiti due Uffici speciali per la ricostruzione, uno competente sulla città dell'Aquila e uno competente sui restanti comuni del cratere.
Tali Uffici forniscono l'assistenza tecnica alla ricostruzione pubblica e privata e ne promuovono la qualità, effettuano il monitoraggio finanziario e attuativo degli interventi e curano la trasmissione dei relativi dati al Ministero dell'economia e delle finanze. Gli Uffici curano anche l'istruttoria finalizzata all'esame delle richieste di contributo per la ricostruzione degli immobili privati,anche mediante l'istituzione di una commissione per i pareri, alla quale partecipano i soggetti pubblici coinvolti nel procedimento amministrativo. L'Ufficio speciale per i comuni del cratere con sede a Fossa coordina gli otto uffici territoriali delle aree del cratere, mentre l'Ufficio speciale per la città dell'Aquila è costituito direttamente dal comune dell'Aquila.